Home Leggi, Contratti e Accordi Sindacali Accordi Sindacali 13 03 22 accordo quadro misure di flessibilita lavorativa telelavoro

Articoli correlati

13 03 22 accordo quadro misure di flessibilita lavorativa telelavoro PDF Stampa
Scritto da Administrator   
Venerdì 22 Marzo 2013 00:00

22 Marzo 2013 accordo quadro misure di flessibilità lavorativa telelavoro

Accordo quadro per la promozione nel Comune di Milano di misure di flessibilità
lavorativa mediante lo sviluppo delle forme di lavoro a distanza (telelavoro)

 

In data odierna si sono incontrate la Delegazione di Parte Pubblica e la Delegazione di Parte
Sindacale per la definizione di un percorso tendente alla promozione nel Comune di Milano di
misure di flessibilità lavorativa mediante lo sviluppo di forme di lavoro a distanza
Dato atto che l’Amministrazione Comunale ha dato forte impulso alla promozione delle
misure di flessibilità lavorativa previste dalla disciplina contrattuale e legislativa allo scopo di
favorire il bilanciamento dei tempi di vita e di lavoro.
Le Parti convengono preliminarmente sul fatto che le potenzialità positive del telelavoro, sul
piano sociale ed economico, necessitano di proprie regole e strumenti idonei ad assicurare da
una parte, al Comune di Milano di favorire lo sviluppo di forme di flessibilità lavorativa e,
dall’altra, di consentire alla lavoratrice cd al lavoratore di scegliere una diversa modalità di
prestazione del lavoro che comunque salvaguardi in modo efficace il sistema di relazioni
personali e collettive espressione delle proprie legittime aspettative in termini di formazione e
crescita professionale, senso di appartenenza e socializzazione, informazione e partecipazione
al contesto lavorativo.
A tale fine, tenuto conto della disciplina sul telelavoro definita in sede di contrattazione
nazionale e decentrata, in particolare:
• C.C.N.Q. 23.03.2000 (Accordo quadro Nazionale sul telelavoro nelle pubbliche
amministrazioni, in attuazione delle disposizioni contenute nell’art. 4, comma 3, della
Legge 16.6.1998, n. 191)
• C.C.N.L. 14.09.2000 (art. 1 Disciplina sperimentale del Telelavoro)
• C.C.D.I. 2006 (art. 10 “Incentivazione per il personale a tempo parziale, personale
con contratto di somministrazione di lavoro e telelavoro”).
Le Parti, ai fini della promozione nel Comune di Milano di misure di flessibilità lavorativa
mediante lo sviluppo delle forme di lavoro a distanza (telelavoro), concordano quanto segue:
1. di approvare le Linee di Indirizzo per l’avvio sperimentale di progetti di telelavoro
allegate quale parte integrante al presente Accordo Quadro secondo le seguenti
modalità:
a. in fase sperimentale, verramrn attivati progetti di telelavoro domiciliare per il
personale che ne ha fatto richiesta e che si trova in situazioni di disabilità psico
fisiche tali da rendere disagevole il raggiungimento del luogo di lavoro.
b. ai fmi dell’applicazione dell’istituto del telelavoro in tutte le Direzioni del Comune
la Direzione Risorse Umane e Organizzazione effettuerà la rilevazione delle attività
telelavorabili secondo i criteri previsti dalla normativa contrattuale ed indicati nelle
Linee di Indirizzo. Sulla base ditale ricognizione, previa informativa alle 00.55. e
nel rispetto del sistema delle relazioni sindacali, verrà dato avvio al telelavoro
domiciliare nel Comune di Milano.
2. Clausola di salvaguardia: il Comune di Milano si riserva, in questa fase sperimentale,
previa informativa alle 00.SS. e alla RSU, ad attivare altri progetti di telelavoro in
casi di urgenza connesse a particolari esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori.

 

scarica l'accordo in formato pdf

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
Ultimo aggiornamento Martedì 15 Ottobre 2013 10:15
 
Copyright © 2021 www.comunemilanoprendiamolaparola.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Chi è online

 10 visitatori online

Collettivo Prendiamo la Parola

Crea il tuo badge

Il Collettivo Prendiamo la Parola
aderisce a:

Pubblico Impiego in Movimento