Home
Pochi maledetti ma subito? No, neanche quelli!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Marzo 2018 10:27

In tempi non prosperi la saggezza popolare ha alternato momenti di speranza per il futuro “Adda passà ‘a nuttata” a momenti in cui ci si accontentava con il poco che gli veniva offerto “pochi maledetti ma subito”.

Con la recente ipotesi di accordo sul rinnovo del contratto delle Funzioni Locali, molti lavoratori si sono ispirati al secondo detto popolare e hanno pensato ... almeno abbiamo preso qualcosa. Dopo nove lunghi anni di blocco contrattuale e svariate migliaia di euro persi per i mancati rinnovi, hanno sperato che finalmente qualcosa entrava in tasca.

Ma è realmente così? O ancora una volta siamo stati ingannati? No, non abbiamo avuto neanche quelli!

Vediamo la seguente tabella con gli aumenti livello per livello. Nell’ultima colonna sono indicate le somme che mensilmente abbiamo perso e che non recupereremo mai più.

Ringraziamo caldamente Cgil, Cisl, Uil e Csa per l’ennesima fregatura.

 

Per visionare la tabella scarica il volantino in pdf (formato A3)

Per visionare la tabella scarica il volantino in pdf (formato A4 fronte retro)

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Marzo 2018 10:35
 
21 marzo presentazione della lista Slai Cobas PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Marzo 2018 09:10

Mercoledì 21 marzo ore 16.30 - 18.00

via Dogana, lato Museo del Novecento

presentazione dei candidati e delle candidate

della lista Slai Cobas con aperitivo

 

Maria Amato, Ivan Bettini, Gianluca Cangini, Antonio Cusimano, Roberto Firenze, Angela Foggetta, Piero Maestri, Paola Masetti, Sergio Mazzarelli, Carmelo Ratone, Davide Renoffio, Sonia Tondini

 

Scarica e diffondi il volantino in formato pdf

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Marzo 2018 11:03
 
Legge 104 anche il lavoratore part time ha diritto ai tre giorni PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 14 Marzo 2018 00:00

Il caso: una lavoratrice con part-time verticale contestava con vertenza giudiziaria la riduzione da 3 a 2 dei giorni di permesso mensile riconosciuti dall’articolo 33 comma 3 L. 104/92 per i familiari di portatori di handicap in situazione di gravità. La ricorrente, dipendente con part-time verticale. Sia in primo che in secondo grado i giudici di merito le hanno dato ragione.

Sia il datore di lavoro che l’Inps ricorrevano in Cassazione contro la sentenza della Corte d’appello di Trento. In particolare, l’ente di previdenza confutava l’affermazione della Corte, laddove la stessa precisava che la riduzione dell’importo in funzione del minor numero di ore di lavoro, sancita dall’articolo 4 del Dlgs. 61/2000, riguardava solamente il trattamento economico del lavoratore part-time, oltre a retribuzione feriale, malattia ordinaria e professionale, infortuni, maternità, con esclusione appunto dei permessi L. 104.

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Marzo 2018 10:40
Leggi tutto...
 
Contratto a perdere PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 22 Febbraio 2018 00:00

Nella notte tra il 20 e il 21 febbraio è stata firmata l'ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto Funzioni Locali ( regioni, province e città metropolitane, comuni).

L'ipotesi, firmata da Cgil, Cisl, Uil e Csa, prevede:

  • aumenti salariali del tutto insufficienti a recuperare la perdita del potere d'acquisto causata da otto anni di mancato rinnovo (45 euro netti circa per i lavoratori di categoria C, 35 euro per quelli di categoria B);
  • un peggioramento della parte normativa (per esempio per quanto riguarda la legge 104);
  • un inasprimento del codice disciplinare;
  • una maggiore selettività e discrezionalità dei dirigenti nella distribuzione del premio incentivante la produttività;
  • Un ridimensionamento del ruolo delle RSU direttamente elette dai lavoratori a favore di “commissione paritetiche” controllate dai dirigenti comunali e dai burocrati dei sindacati confederali.

É un brutto contratto, frutto della decisione di CGIL, CISL, UIL e CSA di accettare i vincoli economici posti dal governo e di non chiamare le lavoratrici e i lavoratori alla lotta per un contratto dignitoso.

Chiediamo che venga sottoposto alla discussione e al voto in assemblee e referendum.

 

Slai Cobas

Sial Cobas

Volantino in formato pdf

Volantino a colori formato pdf

Testo dell'ipotesi di accordo

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Febbraio 2018 11:01
 
Il congedo parentale può essere usufruito anche se l'altro genitore è assente per malattia del bambino PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 15 Marzo 2018 00:00

Nel caso in cui uno dei genitori è assente per malattia del bambino, l'altro genitore può richiedere un'altra tipologia di congedo?

Pur trattandosi in entrambi i casi di congedo parentale, sono disciplinati da due articoli diversi del decreto legislativo, testo coordinato 26/03/2001 n° 151, G.U. 26/04/2001).

L’art. 47 del T.U, definisce la disciplina relativa ai congedi per malattia del figlio, confermando l’estensione, fino agli otto anni di vita del bambino, del limite di fruizione degli stessi.

Mentre è l’art. 32 del T.U come novellato dalla legge 80/2015 a disciplinare la fruizione del congedo parentale.

Pertanto, i due congedi sono differenti e disciplinati da articoli diversi.

In particolare la Circolare INPS numero 139 del 29-7-2002 ha chiarito che “entrambi i genitori hanno quindi diritto, alternativamente, di astenersi dal lavoro in caso di malattia del bambinoIl congedo spetta al genitore richiedente anche qualora l’altro genitore non ne abbia titolo o non ne possa usufruire perché già in congedo parentale”.

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Marzo 2018 11:10
 
Ipotesi di accordo Funzioni Locali - al peggio non c'é mai fine PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 28 Febbraio 2018 00:00

Figlio di Madia e di Brunetta

Sono 467mila i\le dipendenti di Regioni ed enti locali interessati dall’ipotesi di accordo appena siglato.

Ma questo contratto, come quelli che l'hanno preceduto (scuola, ministeriali), è figlio dei decreti Madia approvati dal Governo senza alcuna opposizione sindacale e politica. All'indomani della sentenza della Consulta che definiva la illegittimità del blocco della contrattazione, il Governo ha stretto un patto con i sindacati complici ottenendo il loro silenzio\assenso sulla riforma della pubblica amministrazione.

I sindacati hanno taciuto prima sui decreti, poi sottoscritto la riduzione da 11 a 4 comparti, sono iniziate trattative che hanno interessato la parte normativa e non solo quella economica.

Sono trascorsi mesi, lunghi mesi nei quali i contratti pubblici hanno recepito tutte le "novità" già sperimentate nel privato:  dallo scambio diseguale tra aumenti economici e bonus aziendali, dal rafforzamento della sanità e previdenza integrativa a un meccanismo contrattuale che ha recepito la cultura della divisione (divide et impera) tra i lavoratori con la filosofia della performance che distribuisce, in maniera discrezionale, i soldi di tutti (la produttività). Spergiuravano di voler superare la legge Brunetta ma in realtà ne hanno clonato i meccanismi favorendo una ristretta parte del personale che avrà la maggiorazione del premio individuale (art 69 stabilisce una maggiorazione del 30% per un numero ristretto di dipendenti giudicati virtuosi). Vergognosi!

Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Marzo 2018 13:04
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 4 di 26
Copyright © 2019 www.comunemilanoprendiamolaparola.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Chi è online

 17 visitatori online

Collettivo Prendiamo la Parola

Crea il tuo badge

Il Collettivo Prendiamo la Parola
aderisce a:

Pubblico Impiego in Movimento