Home Notizie Giuridiche
Notizie
Voucher per l'acquisto di servizi di baby-sitting a favore della madre lavoratrice PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 12 Aprile 2013 00:00

L’Inps, con Circolare n. 48, del 28 marzo 2013, ha presentato il D.M. del 22 dicembre 2012, che ha definito le modalità di utilizzo del contributo per l’acquisto dei servizi per l’infanzia, in applicazione dell’art.4, della Legge 92/2012, che a sua volta aveva introdotto, in via sperimentale, per il triennio 2013-2015, la possibilità per la madre lavoratrice di chiedere, al termine del congedo di maternità, e in alternativa al congedo parentale, voucher per l’acquisto di servizi di baby sitting.
L’importo del contributo, che è ammonta a euro 300,00 mensili, è erogato per un periodo massimo di sei mesi.

Leggi la Circolare INPS n. 48, 28/03/2013

 
Pubblico impiego: le prestazioni da richiedere on line PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 08 Aprile 2013 00:00

Dal 4 aprile 2013 è obbligatorio presentare per via telematica, in via esclusiva, le seguenti domande:

  • accredito del servizio militare di leva
  • accredito figurativo per l’astensione obbligatoria per maternità intervenuta al di fuori del rapporto di lavoro
  • autorizzazione ai versamenti volontari dei contributi
  • riscatto di periodi o servizi non coperti da contribuzione
  • Computo dei servizi
  • costituzione della posizione assicurativa, anche riguardo alla legge di stabilità

Le domande per le seguenti prestazioni, invece, devono essere già inoltrate in via telematica:

  • pensioni indirette
  • rateo di pensione
  • variazione della modalità di riscossione della pensione
  • prosecuzione volontaria
Ultimo aggiornamento Martedì 18 Marzo 2014 14:19
 
Cassazione: non viola obbligo di fedeltà l'utilizzazione di documenti aziendali finalizzata all'esercizio di diritti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 27 Novembre 2012 05:58

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 20163 del 16 novembre 2012, ha rigettato il ricorso di una banca avverso la sentenza con cui la Corte d'Appello, confermando la sentenza del giudice di prime cure, aveva dichiarato l'illegittimità del licenziamento intimato ad un dipendente, fondato sulla contestazione di abusivo impossessamento di copia di corrispondenza riservata nonché di documentazione bancaria riservata, e di utilizzazione di tali copie per una denuncia penale presentata contro i suoi colleghi e per giudizi da lui intrapresi contro la banca.

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Novembre 2012 09:08
Leggi tutto...
 
Cassazione: lecito l'utilizzo da parte del lavoratore di documenti aziendali riservati per provare l'illegittimità del licenziamento PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 25 Settembre 2012 00:00

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 12119 del 16 luglio 2012, ha affermato che "con riferimento alla utilizzazione da parte del lavoratore di documenti aziendali di carattere riservato, occorre distinguere tra produzione in giudizio dei documenti detti al fine di esercitare - come nella specie - il diritto di difesa, di per sé da considerarsi lecita (per la prevalenza di detto diritto ed anche in virtù di quanto previsto dall'art. 12 della legge n. 675 del 1996) e impossessamento degli stessi documenti, le cui modalità vanno in concreto verificate".

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Settembre 2012 12:47
Leggi tutto...
 
Cassazione: reintegrato il dipendente che si è rifiutato di modificare l'orario di lavoro PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 10 Settembre 2012 00:00

La Corte di Cassazione con sentenza 4 settembre 2012, n. 14833, ha rigettato il ricorso di una società condannata a reintegrare il proprio dipendente, dopo averlo licenziato. La società sostiene che le mansioni cui era adibito il dipendente erano divenute, di fatto, impossibili a seguito della chiusura del magazzino in cui il dipendente prestava la propria attività lavorativa e che, dunque, il licenziamento era stato adottato per giustificato motivo oggettivo (art. 18 statuto dei lavoratori) costituito da ragioni inerenti l'attività produttiva, contrattasi di molto per una forte crisi del settore in cui la società operava.

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Settembre 2012 10:03
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345Succ.Fine»

Pagina 3 di 5
Copyright © 2021 www.comunemilanoprendiamolaparola.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Chi è online

 10 visitatori online

Collettivo Prendiamo la Parola

Crea il tuo badge

Il Collettivo Prendiamo la Parola
aderisce a:

Pubblico Impiego in Movimento